Lamezia Terme, 88046, Italia
+39 0968 26161
pnatrella@interfree.it

Presentato il progetto “Lamezia senza barriere”. Un’App per segnalare le barriere architettoniche

Rotary Club Lamezia Terme - Distretto 2100 Italia

(Rotary) – 24 gennaio 2020 – Presentato dal Rotary Club Lamezia Terme l’ambizioso progetto “Lamezia senza barriere”, che ha come obiettivo di realizzare una mappatura delle barriere architettoniche presenti in città attraverso l’utilizzo dell’App “No Barriere”.

A illustrare il progetto è stata la Presidente del Rotary Club Lamezia Terme, Natalia Majello, che ha presentato l’applicazione, scaricabile gratuitamente sugli smartphone, che servirà a mappare le zona della città che hanno bisogno di interventi strutturali per permettere la mobilità a tutti i cittadini, anche quelli diversamente abili. L’applicazione “No Barriere”, realizzata dall’associazione Luca Coscioni, permette a tutti i cittadini di segnalare con foto, descrizioni e geo localizzazione gli edifici pubblici e privati di tutto il territorio che non posseggono le caratteristiche adeguate per un’accessibilità senza barriere. L’idea è quella di segnalare all’attenzione dell’amministrazione le barriere che quotidianamente rappresentano un ostacolo insormontabile, non solo per i diversamente abili, ma anche per gli anziani e bambini.

L’iniziativa, che è stata presentata nella sede della Lucky Friends, ha riscosso la collaborazione di tante associazioni, che hanno accolto con entusiasmo il progetto, patrocinato anche dal Comune di Lamezia: si tratta di Agesci Zona del Reventino, Lions Lamezia Host, Lions Lamezia Valle del Savuto, Soroptimist, Lucky friends, Unitalsi, Progetto Sud, Ente nazionale sordi (Ens), Unione italiana ciechi ed ipovedenti.

I dati raccolti verranno inoltrati all’amministrazione comunale, che potrà così redigere il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche. Presente all’incontro il sindaco Paolo Mascaro che ha ringraziato il Rotary per l’iniziativa.

Con il prezioso contributo della giornalista Luigina Pileggi, redattrice della Gazzetta del Sud, sono proseguiti gli interventi delle associazioni che hanno aderito all’iniziativa. A cominciare da Francesco Scalise vicepresidente Ens, Lucia Loprete e Gianluici Melina dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, Anna Moricca (Lions), Anna Caterina Egeo presidente (LionsLamezia Valle del Savuto), Sabrina Curcio (Soroptimist), Domenico Lachimea (Lucky Friends), Carlo Mercurio (Unitalsi), Gisella Ferraro responsabile di zona (Agesci), Giuseppe Trieste (Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche. Toccanti in fine sono state le testimonianze di Paolo e Simona, due ragazzi che vivono quotidianamente le difficoltà delle barriere architettoniche. A concludere i lavori le riflessioni di don Giacomo Panizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *